intervista a Raffaele Gaito

Per crescere, serve tempo: intervista a Raffaele Gaito

Intro: ma cos’è davvero il growth hacking? A questa e altre domande ha risposto Raffaele Gaito. Ascolta l’intervista.

Ogni volta che m’imbatto nel termine “growth hacking” mi appaiono davanti agli occhi due categorie di persone.

Da una parte, ci sono amici e professionisti che stimo e che fanno growth haching in modo serio. Dall’altra, c’è un manipolo di fuffaroli che vendono trucchetti e scorciatoie a imprenditori ignari e sensibili alle promesse di crescita immediata.

Per questo motivo, ho deciso di intervistare un amico che appartiene alla prima categoria, al quale attribuisco inoltre il grande merito di aver sempre, dal primo istante, messo al centro del proprio progetto professionale i contenuti, in svariate forme e formati.

Sto parlando di Raffaele Gaito.

Ascolta l’intervista a Raffaele Gaito

Nonostante viva da molto tempo in Inghilterra, Raffaele è campano come me, ha gli occhialoni da nerd come me, ma ha meno capelli di me e una barba impeccabile, a differenza della mia che fa onestamente schifo.

Mi ha dedicato un’oretta del suo prezioso tempo, in un periodo di caos generale, e devo ammettere che ne è venuta fuori una chiacchierata davvero piacevole e interessante.

Giudica tu stesso, semplicemente schiacciando play.

Leggi anche:   Vivere di blogging: intervista a Riccardo Esposito

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.