Telegram for business. Perché usarlo nella tua azienda

Telegram for business. Perché usarlo nella tua azienda

Telegram è fighissimo, e può cambiare il tuo modo di vivere il lavoro e il rapporto con colleghi e clienti in modo radicale. Ecco perché. 

A me piace scoprire cose nuove, in particolare quando si tratta di tool, app, nuove piattaforme social, perché a muovermi in questo mestiere (ma anche nella vita) è la curiosità e il desiderio di apprendere.

Chi arriva ad un certo punto, pianta la bandierina e si adagia, non gode del mio rispetto.

Telegram l’ho scoperto circa un anno fa, sollecitato da Cora, ma l’ho installato, ho smanettato un po’, mi sono rotto i coglioni e l’ho disinstallato. Più di recente, poi, complici Luca Borghi ed altri amici nerd l’ho riscoperto, rivalutato, e me ne sono innamorato, al punto da averlo inserito di diritto nella top 10 dei tool dei quali non posso fare a meno nella gestione del lavoro quotidiano.

Mi sono appassionato così tanto che se ne sono accorti anche gli altri, al punto da invitarmi a fare da relatore al prossimo Web 4 Business, che si svolgerà a Roma il prossimo 27 Maggio.

Di cosa andrò a parlare? Proprio di Telegram 4 Business, e di come questa piccola app può cambiare il tuo modo di vivere l’organizzazione e la comunicazione aziendale.

L’evento è molto figo (ed è pure GRATIS), si svolgerà in una sede prestigiosa, quella dell’Università Telematica eCampus, e sarò in compagnia di relatori di altissimo livello.

Leggi anche:   Il Personal Branding ed il sacrosanto diritto di rompersi amabilmente il cazzo

Eccoli!

web 4 business

Fossi in te non me lo perderei. Per tutte le info, puoi consultare il sito web qui: w4business.it

Detto questo, vediamo un po’ perché dovresti usare Telegram per il tuo business, che tu sia un freelance, una agenzia o una PMI.

Migliora la comunicazione interna

Chi ha lavorato o lavora in una PMI italiana sa che uno dei più grandi problemi è la comunicazione interna, perché si tende ad organizzare le aziende con una suddivisione in compartimenti stagni, dove la mano destra non sa cosa fa la sinistra, ma sono sempre pronte a schiaffeggiarsi a vicenda.

Da una stanza all’altra – spesso anche da una scrivania all’altra – i colleghi non si parlano, non si scambiano informazioni essenziali per la gestione del lavoro quotidiano, e quando lo fanno creano il caos, perché iniziano a inondare le scrivanie di post-it e foglietti volanti, che sono la morte del lavoro e della comunicazione aziendale.

Fai una prova, anche solo temporanea (ti assicuro che diventerà a tempo indeterminato). Installa Telegram sui pc e sugli smartphone dei tuoi colleghi in azienda, dei tuoi clienti o dei membri del tuo team di lavoro, crea una chat di gruppo e imponi loro di veicolare le comunicazioni e le informazioni esclusivamente tramite questo strumento.

Cosa puoi fare con Telegram? Ecco quattro cose facili facili, che cambieranno la tua vita lavorativa: 

  • Facendo impostare a tutti il nome utente (@nomeutente) potrai menzionare il destinatario del tuo messaggio, in modo da non fare confusione, soprattutto all’interno di un gruppo ampio. UPDATE: Con l’aggiornamento del 15 maggio è possibile menzionare anche i membri che non hanno settato il nome utente;
  • Puoi rispondere direttamente ad un messaggio presente nel feed, in modo da sapere con chi stai parlando e a proposito di cosa;
  • Puoi inviare file fino a 1,5 Gb;
  • Puoi utilizzare degli hashtag per categorizzare un determinato argomento  – ad esempio #fatture – e, cliccandoci sopra, andare a recuperare tutti i messaggi prodotti in quella chat che lo contengono;
Leggi anche:   Come scaricare foto da Instagram [Video Tutorial]

Ti posso assicurare che dopo un giorno di utilizzo te ne innamorerai.

Migliora la comunicazione esterna

Come ho detto in un precedente articolo, avere un grande contenuto non serve a niente se non sai come diffonderlo, e sperimentare nuove forme e piattaforme per smarmellare è importantissimo, oltre che stimolante e divertente.

Con Telegram puoi creare un canale in modo molto semplice, e invitare i tuoi clienti, ma in generale i tuoi contatti, ad iscriversi per poter fruire dei contenuti che intendi veicolare.

Ecco il mio. Per unirti clicca sul bannerino.

TELEGRAM

Creare un canale è semplicissimo, ci vogliono due minuti contati. Apri Telegram, clicca sull’icona “Nuovo messaggio” e ti apparirà questo pop up.

canale telegram

 

Fai “Avanti”, imposta il Nome del Canale, inserisci una descrizione e una foto, ed è fatta.

Canale Telegram

Nel passaggio successivo puoi decidere se creare un Canale Pubblico (e nel caso specifico è indicato) oppure Privato, e scegliere una url personalizzata, che sarà telegram.me/nomecanale.

canale telegram

L’ultima fase prevede l’aggiunta di membri al canale, partendo dai contatti presenti nella tua rubrica telefonica e iscritti a Telegram. Volendo, puoi aggiungere altri amministratori del canale che lo gestiscano insieme a te.

Perché usare il Canale e non, ad esempio, un gruppo? Perché il Canale è monodirezionale, nel senso che le persone possono iscriversi, ma solo tu puoi pubblicare contenuti al suo interno, e i membri potranno esclusivamente fruirne, senza nemmeno lasciare un messaggio. In questo modo, tu sai che quel canale serve esclusivamente a intercettare una persona che è interessata ai tuoi contenuti – altrimenti non si sarebbe iscritta al canale – e che lo usa solo per essere sempre aggiornata su tutto quello che produci.

Leggi anche:   Con il Fertility Day la comunicazione in Italia è morta

È un po’ come essere iscritti ad una newsletter, ma più smart, e soprattutto per tua volontà :-D.

Ricevere una notifica, ed un relativo contenuto, direttamente sullo smartphone, fa tutta la differenza del mondo. Il tasso di apertura del messaggio è decisamente più elevato rispetto a quello di una email, anche perché non tutti controllano la casella di posta elettronica più volte al giorno, mentre i messaggi sullo smartphone li leggiamo costantemente, e in tempi anche molto rapidi.

Fai social customer care

Come insegnano Paolo Fabrizio e Rachele Zinzocchi, se vuoi vendere, aiuta. Fare assistenza clienti è fondamentale per ogni business, indipendentemente dal settore in cui opera o dalle dimensioni dell’azienda (o del fatturato), perché chiunque abbia un cliente ha qualcuno che necessita di aiuto, o che potrebbe necessitarne nel prossimo futuro.

Fare customer care attraverso i social network è una pratica ormai abbastanza diffusa, anche se non tantissimo, e nessuno ti vieta di scegliere la piattaforma che preferisci per poterlo fare.

Telegram te lo consiglio, perché ti consente di creare gruppi fino a 5000 membri, con la possibilità di nominare più amministratori, e consentire alle persone – quindi ai tuoi clienti – di iscriversi tramite link senza condividere con te contatti personali, come il numero di telefono, a meno che non voglia, visto che è possibile anche passare dal gruppo ad una chat individuale senza doversi scambiare i dati.

Perché la privacy è una cosa seria, e Telegram la rispetta.

Io mi fermo qui, anche perché se l’argomento ti interessa e vuoi approfondire ti aspetto il 27 Maggio a Roma per il Web 4 Business, dove ti illustrerò una serie di funzioni molto fighe, ma fighe davvero.


Scarica Gratis l’eBook “Come creare contenuti utili”, scritto da me e da Federico Simonetti. Clicca sul banner qui in basso. 

Ebook contenuti utili

 

Francesco Ambrosino
33 anni, Digital Marketer specializzato in Gestione Blog Aziendali, Formazione Professionale, SEO Copywriting, Social Media Management e Web Writing.Membro di Open-Box e Comunicatica, co-creatore di Digitalklive

Davvero volevi andare via senza lasciarmi un commento?

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.