Perché aprire un blog aziendale

blog aziendale

Intro: Ce ne sono tantissimi, ma non smetteranno mai di essere utili. Ecco perché consiglio di inserire un blog aziendale all’interno del proprio sito.

Io sono uno dei tanti, l’ultimo arrivato, ma da sempre sostengo l’importanza del blog aziendale, a patto che venga sviluppata una strategia di blogging efficace 

Avevo sedici anni quando ho aperto il primo blog, un diario online nel quale raccontavo la mia visione del mondo, e da allora ho coltivato un rapporto di amore, spesso non corrisposto, con questo mezzo di comunicazione potentissimo.

Overload di contenuti online

Quando, a fine anni ’90, gli italiani hanno iniziato a connettersi ad internet per scopi non solo professionali, i contenuti presenti sono aumentati in maniera vertiginosa, al punto da raggiungere e superare il miliardo di siti web conosciuti.

Farsi strada in questa giungla di bit e link alla ricerca del contenuto giusto è molto difficile, e consultare giornali online o mega portali significa dover procedere ad esclusione, scartando tutto quello che ci viene proposto ma che non risponde alle nostre necessità.

Il blog prende per mano gli utenti

A prenderci per mano e guidarci in questo caos digitale sono proprio i blog, che, essendo (quasi sempre!) settoriali, consentono ad ognuno di trovare le notizie che stavamo cercando direttamente, senza filtri.

Se sei alla ricerca di aggiornamenti sulle serie tv che ami, ad esempio, è inutile andare sul sito del Corriere della Sera, molto meglio consultare blog come Serial Minds o Telefilm Addicted, mentre se sei appassionato di Social Media e Blogging non devi fare altro che continuare a leggere il mio. 😀

Leggi anche:   Vuoi fare il blogger? Smettila di imitare gli altri

Anche se la funzione principale di un blog è quella di condividere articoli interessanti per appassionati e addetti ai lavori, con il passare degli anni ha assunto un ruolo sempre più importante nella costruzione della presenza online di aziende, brand e professionisti.

7 motivi per aprire un blog aziendale

Come ho avuto modo di dire in altri post, avere un bel sito, graficamente accattivante e tecnicamente impeccabile, non è più sufficiente, perché all’utente/cliente non interessa solo cosa gli stai vendendo, ma anche come lo fai.

È per questo che consiglio spesso di inserire all’interno del proprio sito aziendale un blog, attraverso il quale “restituire” qualcosa ai clienti.

Con un blog aziendale si può:

  1. Interagire con il cliente e fidelizzarlo, facendogli capire che non è solo un numero su una fattura;
  2. Generare valore;
  3. Migliorare la propria presenza online;
  4. Se fatto seguendo le regole di ottimizzazione SEO, può migliorare la posizione nei risultati di ricerca su Google;
  5. Affiancato da un’accurata attività social, può contribuire alla diffusione del brand;
  6. Con i giusti investimenti, può diventare anche un business;
  7. Se gestito internamente, può favorire la crescita professionale di dipendenti e collaboratori.

Aprire un blog aziendale ti consentirà di avere un vantaggio competitivo nei confronti dei tuoi competitor, offrendo ai potenziali clienti contenuti utili in grado di risolvere problemi specifici, in linea con ciò che fai.


Vuoi imparare a gestire un blog in modo professionale?
Scopri il mio Corso in Blogging e SEO Copywriting. 

corso blogging

Francesco Ambrosino
33 anni, Digital Marketer specializzato in Gestione Blog Aziendali, Formazione Professionale, SEO Copywriting, Social Media Management e Web Writing.Membro di Open-Box e Comunicatica, co-creatore di Digitalklive

1 Comment

Davvero volevi andare via senza lasciarmi un commento?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.