10 motivi per iscriversi a Twitter

iscriversi a twitter

Il social network dei cinguettii ha enormi potenzialità, che meritano di essere sfruttate. Ecco perché non puoi ignorarlo.

Anche se il re incontrastato nel regno dei social è Facebook, esistono molte alternative, tutte valide, che impareremo a scoprire in una serie di post che pubblicherò su questo blog.

Oggi parliamo di Twitter, e dei 10 motivi per cui vale la pena iscriversi e utilizzarlo.

TWITTER

Creato nel 2006 da Jack Dorsey, Twitter ha avuto una crescita esponenziale negli anni, legandosi soprattutto al mondo dell’informazione, nel quale ormai è uno strumento essenziale.

PRIMO TWEET

In Italia, come spesso accade, ha avuto uno sviluppo più lento, e solo negli ultimi due-tre anni è divenuto popolare, grazie soprattutto alla presenza di celebrità, Vip, sportivi, ecc.

La mancata esplosione di Twitter è spesso attribuita a tre “difetti”:

  1. difficoltà di utilizzo;
  2. minore intuitività rispetto a Facebook;
  3. limitazione nei caratteri a disposizione.

Purtroppo, salvo rare eccezioni, il 95% degli iscritti è giunto su Twitter solo dopo aver utilizzato il social network di Zuckerberg, e questo non è un bene. Si, perché sono molto diversi nel concetto, nell’utilizzo, nel layout, nelle funzionalità, nell’idea di comunicazione alla base.

Iniziamo con il ricordare le parole di Michael Abbott, VP Engineering di Twitter , che nel 2011 disse:

Leggi anche:   Due modi per utilizzare Twitter in azienda

Questa frase sta a sottolineare che l’obiettivo – potremmo anche definirla “missione” – di Twitter è quello di facilitare e velocizzare la diffusione delle informazioni. Ecco la prima differenza con Facebook, dove invece prevale la condivisione delle proprie esperienze e dei propri interessi.

Il settore giornalistico, sopratutto negli USA, lo ha capito quasi subito, ed ha adottato Twitter come validissimo strumento di “citizen journalism” e di circolazione delle informazioni in tempo reale.

Per quanto riguarda la minore intuitività, forse poteva essere vero in passato, nelle prime versioni e aggiornamenti, ma non è più così. Iscriversi è semplicissimo, si può scegliere chi seguire partendo dai suggerimenti di Twitter divisi in categorie, e le funzioni sono davvero poche.

COME FUNZIONA

Utilizzare Twitter è estremamente semplice, veloce ed intuitivo. Ecco quello che c’è da sapere:

  1. Un tweet può contenere al massimo 140 caratteri, con la possibilità di inserire anche link ed elementi multimediali;
  2. Puoi seguire un account (diventi un follower), senza l’obbligo di essere legato a lui da un rapporto di amicizia o conoscenza;
  3. Nei tweet è possibile menzionare un altro account utilizzando il nome utente preceduto dalla @;
  4. Se un tweet è particolarmente interessante, puoi ripostarlo attraverso la funzione Retweet (RT), o metterlo tra i preferiti cliccando sulla stellina;
  5. È possibile inviare messaggi diretti ad altri account, sempre rispettando i 140 caratteri;
  6. È possibile iniziare una conversazione rispondendo ad un tweet cliccando sulla freccia;
  7. Per contrassegnare un argomento o una parola chiave basta usare il famoso hashtag, il #. Viene anche utilizzato per cercare i tweet relativi ad un argomento, magari trend topic;
Leggi anche:   Come ottenere RT su Twitter e vivere felici

Insomma, niente di trascendentale, basta solo un po’ di pazienza e curiosità, e ti assicuro che una volta superato lo scoglio iniziale, non potrai farne a meno. Per quanto riguarda il limite dei 140 caratteri, è inesistente, anzi, è un punto di forza, perché costringe gli utenti a essere sintetici ed efficaci, cosa che non avviene su Facebook.

PERCHÉ ISCRIVERSI?

Ecco i dieci motivi per i quali vale la pena iniziare a utilizzare Twitter:

  1. L’immediatezza e la semplicità di utilizzo;
  2. la possibilità di abbattere il muro dei famosi “Sei gradi di separazione” ed entrare in contatto con chiunque in ogni parte del mondo;
  3. l’assenza del concetto di “amico”, che costringe l’utente a interagire sempre con le stesse persone;
  4. l’accesso a notizie prima ancora che vengano battute dalle agenzie;
  5. l’interazione con persone con le quali si condividono passioni o interessi;
  6. l’accesso alla conoscenza, gratuito e sempre disponibile;
  7. Il feed in ordine cronologico e non basato su strampalati algoritmi che decidono per noi quali contenuti visualizzare;
  8. L’enorme varietà di contenuti;
  9. La possibilità di creare liste per argomento, molto utili per una rassegna stampa quotidiana;
  10. Gli hashtag…quelli veri!!!
Francesco Ambrosino
33 anni, Digital Marketer specializzato in Gestione Blog Aziendali, Formazione Professionale, SEO Copywriting, Social Media Management e Web Writing.Membro di Open-Box e Comunicatica, co-creatore di Digitalklive

6 Comments

  1. Ciao Francesco,
    non so se ti troverai mille miei commenti da approvare ma poiché non mi fido di internet qui in Cina ci riprovo

    ho installato il plugin e va una bomba! Mitico!
    Ho una domanda un attimo più complicata per te: poiché spedisco gli articoli tramite mailchimp agli iscritti alla mailing list, mi chiedevo se conosci un modo per far apparire ClickToTweet anche su Mailchimp

    grazie in anticipo e buon fine settimana!

  2. ciao Francesco,
    ieri ho scritto un commento ma causa internet cinese mi si è interrotta la pubblicazione. Ci riprovo 🙂
    Seguendo i tuoi consigli ho da poco creato un account twitter “aziendale”, per promuovere il mio blog.
    Vorrei fare quello che fai anche tu in questo post, ovvero avere dei tweet direttamente nel corpo dell’articolo. C’è un plug-in che consigli o è un semplice embed del tweet?
    grazie in anticipo!

    1. Ciao Jappo, e grazie per il commento. Se intendi le frasi che diventano tweet, devi installare un plugin che si chiama Click To Tweet. Se, invece, ti riferisci a quello in alto di Jack, allora è un embed.

      1. Ciao Francesco,
        ho installato il plugin e direi che va una meraviglia!
        Volevo chiederti un’ultima cosa un po’ più complicata: poiché ho una mailing list in Mailchimp su cui mando i miei articoli, c’è un qualche modo per far apparire il ClickToTweet sulla mail?
        Grazie in anticipo!

      2. Ciao Francesco,
        ho installato il plugin e va una bomba! Mitico!
        Ho una domanda un attimo più complicata per te: poiché spedisco gli articoli tramite mailchimp agli iscritti alla mailing list, mi chiedevo se conosci un modo per far apparire ClickToTweet anche su Mailchimp

        grazie in anticipo e buon fine settimana!

Davvero volevi andare via senza lasciarmi un commento?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.