Quattro Chiacchiere con Luca Borghi, tra social e food

Quattro Chiacchiere con Luca Borghi, tra social e food

Nuova intervista ai professionisti del web marketing. Oggi parlo con Luca Borghi di social media, tool e cibo.

Io odio le persone che “nun se magnan n’emozion'”, quelli, cioè, che non ridono mai, che non lasciano trasparire emozioni e stati d’animo, che mi sembrano versioni bonsai di Arnold Schwarzenegger in Terminator (e pure lui alla fine cede!), ed uno dei miei più grandi difetti (ne ho tantissimi!) è che quando una persona mi sta sul cazzo si vede lontano un miglio, al buio, con la nebbia.

Fare le interviste è divertente, almeno per me, perché le persone che decido di coinvolgere sono quelle con le quali, di fatto, le quattro chiacchiere me le faccio quotidianamente, e non solo per parlare di lavoro, ma anche per “pariare” un po’, per alleggerire le giornate di per sé molto pesanti.

Una di queste è Luca Borghi, il mio sensei di Telegram, sul quale ci scambiamo opinioni, consigli e cazzate varie (soprattutto cazzate!). Non ci credi? Leggi qui:

Luca Borghi

Direi che il mio dovere l’ho fatto, ovvero distruggere la reputazione di Luca Borghi in 6 secondi netti.

Ora puoi anche leggere quello che ci siamo detti in modo un po’ più serio (ma non troppo).

calendario editoriale banner


Luca Borghi

1) Iniziamo dalle domande difficili: chi sei e cosa fai nella vita?

Ciao Francesco! Per me è davvero un piacere essere qui con te a fare due chiacchiere! Quando mi hai accennato ad un intervista, sono rimasto piacevolmente sorpreso! Mi chiamo Luca Borghi e ho 37 anni, anche se continuo a mentire spudoratamente, dicendo che ne ho 24… Ormai sto iniziando a crederci! 😀

Fai bene a dire che questa è una domanda difficile: risulta arduo riuscire a descriversi e dare agli altri un’idea precisa di come sei! Ci provo! 😉

Sono sempre stato una persona curiosa, a cui le realtà poco evidenti e le spiegazioni troppo spicce e poco approfondite, non vanno giù facilmente.

Adoro la musica e i concerti, non seguo il calcio (credo di essere la persona più ignorante in materia), e farei della mia vita un viaggio ininterrotto in giro per il mondo.

La mia passione più grande? il mondo del food!

Chi mi conosce bene sa che sono una persona che si stanca facilmente di fare sempre le stesse cose (semi-cit.). Odio i cliché e i luoghi comuni, categorizzare le cose e le persone. Mi fermo qui, ma potrei continuare. 😀

Il mio percorso di studi comprende una formazione di tipo artistico, improntato sulla progettazione grafica e l’impaginazione. I mie ultimi anni nel mondo del lavoro mi hanno visto impegnato nel settore del Customer Care: attività che mi ha sempre affascinato per i suoi aspetti direttamente collegati al rapporto con le persone, e alle sue mille sfaccettature.

Da circa un anno mi dedico a un nuovo progetto che mi coinvolge pienamente e che inizia a darmi delle soddisfazioni: il mio amato blog! 🙂

2) Ti seguo da tempo, e solitamente mi fai conoscere nuovi tool, software e app, approfondire topic legati ai social e, in particolare, venire fame. Come mai questo mix?

Come ti dicevo poco fa, la mia curiosità non ha limiti.

Lo stesso per me vale nel mondo del food, nel quale trovo enorme soddisfazione personale, e terreno fertile per sperimentare e provare.
Chi l’ha detto che le ricette vanno seguite alla lettera? 😀 I mie piatti più riusciti sono sempre delle rivisitazioni personali, o sono totalmente ispirati dalla mia fantasia del momento.

Toglimi la possibilità di “curiosare” in giro per il web e il mio fidato cucchiaio di legno e sono perduto! 😀

3) Perché hai aperto il blog?

Guarda, il mio primo blog l’ho creato molto tempo fa. Era ospitato sulla piattaforma Splinder, che ormai non esiste più da diversi anni. Era nato un po’ come diario, con l’idea di mettere per iscritto ciò che la mia mente di allora adolescente covava nel suo io, e che voleva venir fuori.

Poi si sono susseguiti diversi anni di “tira e molla”, in cui il tempo e la voglia sono stati molto altalenanti, fino ad arrivare a febbraio dell’anno scorso.

Ho deciso di aprire il mio attuale blog con l’idea di trasmettere contenuti potenzialmente utili ed interessanti agli utenti che visitano mie pagine.

Tratto principalmente argomenti legati alla tecnologia e ai social media. Il tutto, a volte condito con una buona dose di food! 😉

4) Ti faccio la domanda alla quale so che desideri rispondere: Perché dovremmo scegliere Telegram invece di WhatsApp?

Ahahahah. Grazie per la domanda, Fra!

In realtà le motivazioni tecniche e comparative sarebbero molte, ma per questo ti/vi rimando a questo mio post! 😉
Più semplicemente ritengo che il “successo” di un applicazione non debba essere relegato al numero di utenti che la utilizzano, o da una moda più o meno passeggera. O perlomeno, non espressamente da questo.

Prediligo un’applicazione rispetto ad un’altra, se questa porta con sé dei vantaggi aggiuntivi. Se è più comoda, completa, e rispecchia le mie necessità.

Non per niente sono un utente Linux…. e non aggiungo altro! 😀

5) Io e te condividiamo l’amore per i Tool. Quali sono i tuoi Essential Tools?;

E’ vero, adoro i tool. Mi aiutano molto e mi semplificano tantissime operazioni che altrimenti richiederebbero troppo tempo!

Quelli a cui non posso assolutamente rinunciare sono Feedly, Flipboard e Pocket per la lettura e l’organizzazione del flusso di notizie che analizzo quotidianamente.
Un altro tool a cui non posso rinunciare è Canva, soprattutto per la realizzazione dei contenuti visual che inserisco nel mio blog.
Assolutamente irrinunciabili anche Buffer e PostPickr, per quanto riguarda la condivisione dei contenuti.

Molto importanti anche i tool dedicati all’analisi dei dati relativi ai miei account social e al mio blog. I plugin per WordPress, da MailChimp a SumoMe.

A questi aggiungo dei tool che io chiamo “di collegamento”, che mi permettono di snellire alcune operazioni, come ad esempio IFTTT, che mi ha permesso di integrare Telegram al feed del blog, pubblicandone i contenuti in maniera del tutto automatica. Ho illustrato come farlo in questo mio post.

6) Quale aspetto del web marketing ti affascina di più?;

Indubbiamente l’utilizzo dei social media, ovvero il modo per aumentare la visibilità e la popolarità del proprio brand, dei propri prodotti e servizi, attraverso l’utilizzo dei Social Network.
La presenza su di essi è ovviamente fondamentale: un contenuto che normalmente avrebbe bisogno di mesi o addirittura di anni per una diffusione adeguata, sui canali giusti si espande in modo capillare nel giro di poche ore, in alcuni casi di minuti.

7) Questa domanda non la faccio da un po’, ma con te so di invitarti a nozze: quanto conta la musica nel tuo lavoro?;

La musica fa parte della mia vita. Dalla mattina appena mi sveglio, mi accompagna in ogni momento della giornata.
Quando ero adolescente suonavo la batteria con un gruppo di amici: questo mi ha permesso di realizzare uno dei tanti sogni che popolano il mio cassetto.

Da allora, la musica mi da la carica necessaria per affrontare le mille occasioni che la vita mi pone innanzi, mi sprona nei momenti più difficili, mi fa cantare e rilassare durante le ore bloccato in autostrada. 🙂

Se sentite un pazzo cantare a squarciagola uno canzone degli Arctic Monkeys o degli Strokes, beh… 😀

8) Progetti futuri?

Come immagino si sia compreso, sono una persona che si potrebbe definire poliedrica.
Sembra una parolaccia, ma personalmente ritengo si tratti di una dote.

L’interesse verso la molteplicità delle cose, insieme alla creatività, rendono le persone, in qualche modo speciali e interessanti.

Non me ne vogliano i contrapposti, ma amo circondarmi di novità, di gente divertente e spontanea.

Il progetto del blog che sto portando avanti mi sta dando grosse soddisfazioni, soprattutto grazie alle persone che ho avuto modo di conoscere attraverso la condivisione dei miei contenuti sui social.

Ne approfitto per ringraziarvi anche in questa circostanza! Ognuno di voi sa in che modo e in che misura sia stato, e ancora sarà, importantissimo, nel sostenermi e aiutarmi in questo progetto!

La passione per il mondo del food si sta facendo ogni giorno sempre più importante e significativa, e vorrei che si coniugasse in qualche modo con un’attività a livello lavorativo.
Incrociamo le dita? 😀


Luca è una persona eccezionale, quindi ti consiglio di seguirlo sui social, ma anche nei vicoli oscuri per spaventarlo a morte. A parte gli scherzi, faccio un grosso in bocca al lupo a Luca, al quale auguro ogni bene.

Buon weekend, ci vediamo lunedì (forse).

corso tecniche di blogging life learning
Il mio videocorso in Tecniche di Blogging. Non perderlo!
Francesco Ambrosino
Follow me

Francesco Ambrosino

Founder at Socialmediacoso
31 anni, Laureato in Scienze della Comunicazione, mi occupo di Formazione Professionale, Social Media, Copywriting e Blogging.
Non parlo di cose che non conosco, quindi parlo poco. Se posso, scrivo.
Le cuffie dell'iPod sono il mio scudo contro le chiacchiere inutili.
Francesco Ambrosino
Follow me
Francesco Ambrosino
31 anni, Laureato in Scienze della Comunicazione, mi occupo di Formazione Professionale, Social Media, Copywriting e Blogging. Non parlo di cose che non conosco, quindi parlo poco. Se posso, scrivo. Le cuffie dell'iPod sono il mio scudo contro le chiacchiere inutili.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

buzzoole code