Blog e serie tv: cliffhanger e sviluppo orizzontale

blog e serie tv

Cosa c’entra il blogging con le serie tv? Ecco un decalogo su come sfruttare due tecniche tipiche dei telefilm nel tuo progetto editoriale.

Ogni volta che fondo la mia passione per il cinema con la scrittura ed il blogging ricevo sempre molte visite, condivisioni e complimenti, e la cosa non può che farmi piacere, visto che la settima arte è il mio vero campo di competenza.

A questo proposito ti rimando al post su Storytelling e MacGuffin e a quello sulla tecnica “Keyser Söze”.

Un altro settore nel quale ho sviluppato una certa dimestichezza è quello delle serie tv, essendo io un serial addicted.

Nel post di oggi, quindi, ho deciso di applicare al blogging due tecniche tipiche delle serie tv, ovvero il cliffhanger e lo sviluppo orizzontale.

Cos’è il Cliffhanger

Anche se il termine può confondere, il cliffhanger non è altro che una tecnica di scrittura molto utilizzata nei telefilm (ma non solo), che consiste nel concludere un racconto con un finale aperto, interrompendo la storia in modo brusco e irrisolto.

In poche parole, quando al termine di un episodio gli autori ti lasciano come il coglione, vuol dire che è stata utilizzata la tecnica del cliffhanger.

Quindi, ogni volta che il protagonista della tua serie tv preferita si ritroverà con una pistola puntata contro e apparirà il nero dei titoli di coda, potrai imprecare gridando a squarciagola la parola “cliffhanger”, che per fonetica si sposa anche molto bene con lo scopo.

Cos’è lo sviluppo orizzontale nella scrittura

Se sei un addicted come me, ma anche se ti limiti a guardare quelle cagate tipo “L’odore dell’onore” (i fan di Boris apprezzeranno la citazione) su Canale 5, avrai sicuramente notato che sostanzialmente esistono due tipologie di serie tv:

  1. quelle in cui ogni episodio è conclusivo, nel senso che la situazione narrata si esaurisce nell’arco dei 50 minuti della puntata;
  2. quelle in cui la storia si sviluppa in più episodi, spesso nell’intera stagione.

Ecco, nel primo caso si parla di sviluppo verticale, tipico dei procedurali, dove si racconta un particolare caso giudiziario che si conclude nell’arco di un episodio.

Nel secondo caso, invece, siamo di fronte ad uno sviluppo orizzontale.

Per capirci, quando gli eventi presentati nel corso di un episodio coinvolgono più personaggi e si protraggono per più puntate, vuol dire che si tratta di una serie tv orizzontale.

Quasi tutte le serie tv contemporanee sono costruite in questo modo, da Lost a The Big Bang Theory, da House of Cards a Homeland, e sono anche quelle che riescono a creare un seguito massiccio di fan, impazienti di guardare l’episodio successivo.

Come sfruttare queste tecniche nel blogging?

Bravo, bella domanda! Come può un blogger utilizzare la tecnica del cliffhanger e la narrazione orizzontale nel proprio progetto editoriale?

Seguendo questi 10 punti:

  1. Concludendo un post con una domanda invece che con un giudizio;
  2. Annunciando, nella parte finale del post, il successivo sullo stesso topic;
  3. Tornando sul “luogo del delitto”, trattando nuovamente un argomento già affrontato, questa volta aggiungendo nuove considerazioni ed esperienze;
  4. Introducendo delle rubriche fisse, che creino (letteralmente) una serialità nell’attività di blogging;
  5. Alternando i post per macro aeree. Ad esempio, scrivendo un post sul blogging, uno sul social media marketing, uno sul digital marketing, uno sulla SEO, per poi tornare al blogging e ricominciare;
  6. Prendendo in analisi un argomento complesso, e trattarlo analizzandone vari aspetti singolarmente;
  7. Trasformando gli argomenti in personaggi, raccontandone le evoluzioni. Ad esempio, la crescita di Facebook, o di WhatsApp;
  8. Creando l’attesa, sfruttando i principali social network;
  9. Scrivendo dei post su argomenti “scomodi”, che fanno discutere;
  10. Creando un seguito di fan/lettori che attendono con impazienza un nuovo post.

Un blog è come una serie tv

Un blog è come una serie tv, ricca di contenuti pubblicati con una cadenza precisa (quasi sempre), coerente in termini di argomenti trattati, e con obiettivi di breve, medio e lungo periodo.

Crea il tuo universo narrativo, sviluppalo sfruttando il cliffhanger e la struttura orizzontale, ed avrai un progetto che potrà durare, potenzialmente, quanto Beautiful…più o meno.

E se proprio non sai cosa scrivere, premi F4, ed è fatta!


Vuoi imparare a gestire un blog in modo professionale?
Scopri il mio Corso in Blogging e SEO Copywriting. 

corso blogging

Continua a leggere

Francesco Ambrosino
32 anni, Laureato in Scienze della Comunicazione, mi occupo di Formazione Professionale, Social Media, Copywriting e Blogging. Non parlo di cose che non conosco, quindi parlo poco. Se posso, scrivo. Per lavoro, coso il coso.

Leave a Comment

buzzoole code