Essential Tools: come aggregare gli hashtag

essential tools

Nuovo appuntamento con la rubrica dedicata ai tool che ogni socialmediacoso deve conoscere. Oggi parliamo di come aggregare gli hashtag con Hashtagr.co.

L’Essential Tools di oggi nasce da una esigenza reale e recente, manifestatami ieri mattina telefonicamente da Cora.

Avendo appena partorito, insieme a Nico Caradonna (l’ottico del web), la bellissima iniziativa di #dilloconunpost, Cora era alla ricerca di un tool che le consentisse, partendo dall’hashtag ufficiale, di reperire tutti i contenuti pubblicati dagli utenti e raccoglierli, in modo da condividerli più agevolmente sui social, senza dover fare la ricerca su ogni singola piattaforma.

Da bravo ometto operoso, mi sono messo alla ricerca di un unico tool che potesse fare tutte queste cose – dopo aver parlato anche di monitoraggio degli hashtag in una precedente puntata – e con mia enorme sorpresa, e anche con un pizzico di culo (perché si dice culo!), l’ho trovato.

Eccolo!

Hashtagr.com

hashtagr.co

Quando l’ho usato non ci potevo credere, un tool gratuito così bello e utile, eppure non lo avevo mai sentito nominare.
Il layout è veramente for dummies, c’è solo una barra di ricerca con la scritta “Search any hashtag”.
Se inserisci #dilloconunpost, ad esempio, e premi invio, il tool ti mostrerà tutti i contenuti legati all’hashtag provenienti da Twitter, Instagram, Tumblr, Vine, Facebook (non funziona) e Google +, che puoi selezionare o deselezionare a tua scelta, cliccando sulle icone in alto a destra.

La qualità migliore di Hashtagr, però, non è questa, ma la possibilità di raccogliere i contenuti mostrati in un album, con due click.

Andando con il mouse sopra ad un post appare in alto la scritta “Album”. Cliccandoci si apre una finestrella con la possibilità di selezionare l’album nel quale vuoi inserire il contenuto o crearne uno nuovo. Prima di fare questo, però, devi effettuare il login via Facebook. Ci metti mezzo secondo.

Ogni contenuto può essere condiviso direttamente su Facebook, Twitter e Google + attraverso i pulsanti dedicati che appaiono quando passi sopra al post, e se hai installato il Pin Button sul tuo browser puoi anche pinnare direttamente le immagini senza doverle salvare sull’hard disk per caricarle manualmente.

E non è finita qui!! Dopo aver creato l’album e inserito al suo interno i contenuti che ti interessano, puoi generare un codice embed da incollare nel tuo sito. Questa funzione, devo essere sincero, qualche difettuccio ce l’ha, ma essendo un tool gratuito non potevo nemmeno chiedere troppo.

In effetti il codice generato in automatico crea un iframe di piccole dimensioni, però andando a modificare direttamente l’html puoi sistemarlo e adattarlo al layout del tuo sito.
Eccone un esempio. Non male, no?

Veramente un tool molto interessante, facile da usare e utilissimo per aggregare contenuti prodotti dagli utenti legati ad un hashtag preciso. Anche per #adotta1blogger, ad esempio, potrebbe essere molto utile.

Provalo e fammi sapere cosa ne pensi, ma soprattutto aderisci al progetto #dilloconunpost. Ti riporto qui tutti i profili attivi, così li trovi più facilmente:

Facebook

Instagram

Twitter

Ci vediamo venerdì, con l’intervista alla bravissima Cinzia Di Martino. Fossi in te non me la perderei.

Diffondi il verbo.

Francesco Ambrosino
Follow me

Francesco Ambrosino

Founder at Socialmediacoso
31 anni, Laureato in Scienze della Comunicazione, mi occupo di Formazione Professionale, Social Media, Copywriting e Blogging.
Non parlo di cose che non conosco, quindi parlo poco. Se posso, scrivo.
Le cuffie dell'iPod sono il mio scudo contro le chiacchiere inutili.
Francesco Ambrosino
Follow me
Francesco Ambrosino
31 anni, Laureato in Scienze della Comunicazione, mi occupo di Formazione Professionale, Social Media, Copywriting e Blogging. Non parlo di cose che non conosco, quindi parlo poco. Se posso, scrivo. Le cuffie dell'iPod sono il mio scudo contro le chiacchiere inutili.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

buzzoole code