Quattro chiacchiere con Ludovica De Luca, tra caffè e blogging

rubrica quattro chiacchiere

Ci sono blogger molto bravi nel fornirti informazioni, tutorial, e poi ci sono quelli che ti scaldano il cuore, perché sanno raccontarti una storia. Ludovica rientra in questa categoria.

Interagire con professionisti del mio settore, più in gamba ed esperti di me, mi dà la possibilità ogni giorno di imparare qualcosa di nuovo e, soprattutto, farmi tante ma tante risate. Perché è vero che ogni blogger è diverso – e ho cercato di raccontarlo con ironia in un mio post – ma c’è una cosa che ci accomuna tutti (o quasi): siamo appassionati.

Nessuno fa il blogger perché non ha trovato di meglio nella vita, nessuno si dedica alla scrittura perché tanto una cosa vale l’altra, basta che si porti la pagnotta a casa (anche perché al massimo porti le briciole).

No, se scrivi è perché hai una scintilla dentro, una fiamma che arde e che ti costringe a prendere carta, penna e calamaio e iniziare a riempire gli spazi bianchi con la cosa più potente al mondo: le parole.

Ci sono blogger molto bravi nel fornirti informazioni, tutorial, e poi ci sono quelli che ti scaldano il cuore, perché sanno raccontarti una storia.

E io amo le storie…e amo i narratori. Come Ludovica De Luca, una blogger che mi piace molto, perché quando leggo i suoi post ho come la sensazione che ci sia lei, nella mia testa, che lo legge ad alta voce, e io sono lì, in un angolino, ad ascoltare.

Ecco perché le ho chiesto un’intervista, che lei mi ha concesso con entusiasmo e grande cortesia.

calendario editoriale banner


Ludovica De Luca

Chi sei e cosa fai nella vita?

Mi sveglio col muso umido di un adorabile pastore tedesco che dolcemente mi bacia e mi coccola. Coi capelli ancora arruffati e senza proferir parola mi dirigo in cucina (non so grazie a quali capacità acrobatiche), dritta verso la moka e preparo i miei primi due caffè della giornata. Ne berrò altri 5 o 6 fino a sera… E non dirmi che sono esagerata. È che lo adoro!

Ora sì che posso cominciare a far danzare le mie piccole dita su quella tastiera che ormai mi è compagna fedele e amica inseparabile.

Vivo di scrittura e scrivo per vivere. Non avevo neppure 3 anni quando ho cominciato a scarabocchiare fogli bianchi con quella biro blu che ancora oggi affettuosamente mi porto appresso.

Adoro la Comunicazione e il Marketing, motivo per cui mi sono laureata in Organizzazione e Marketing per la Comunicazione d’impresa presso l’Università La Sapienza. Nel Web poi ho trovato il mio ambiente ideale, così mi sono avventurata nell’eclettico universo dei Web Writer, dei Blogger e dei Social Media Manager e mi sono lanciata senza paracadute nel mondo dei freelance, una community che necessità e passione hanno reso affiatata e coesa!
E, per non farmi mancare nulla, ho avviato anche una mia Web Agency, SociaLoft. E’ un progetto appena nato in collaborazione con Andrea e Cecilia, un’idea che perseguo già da tempo perché credo fortemente nella collaborazione e nella integrazione delle competenze.

Comunque, per la cronaca, mentre ti racconto di me sono le ore 19.00, ho accanto la settima tazzina (o tazza?) di caffè, il muso di un cagnone di nome Grace poggiato sulla gamba e la sfinita tastiera implora una pausa. 

Perché ti sei dedicata al blogging?

In parte credo di averti risposto nella precedente domanda. La scrittura è la mia vita, è l’altra me stessa, quella che non parla, ma imprime indelebilmente sentimenti, pensieri ed emozioni su di un foglio bianco.

Il Web, poi, mi piace incredibilmente per la sua capacità di mettere in comunicazione, di instaurare un dialogo, di far Rete, di aprire la mente: se sai come utilizzarlo, sai selezionare e scegliere, è un inesauribile fonte sorgiva di conoscenza, di conversazioni e di condivisioni.

Ora, coniuga l’amore per la scrittura all’ammirazione per il Web e cosa vien fuori? Il blogging!

Ma c’è anche un altro motivo per cui adoro così tanto questa professione. La gente apprezza i blog per la loro immediatezza e per la loro capacità di annullare le distanze, ragion per cui è molto importante che anche lo stile di scrittura e il modo di comunicare di un post siano semplici (ma non banali, come ricordo sempre).

Ché, tante volte, non sia proprio la semplicità la chiave della felicità?

Perché è così importante avere un blog oggi?

Perbacco! Non ho tempo e spazio a sufficienza per rispondere adeguatamente a questa domanda, ma cercherò di essere sinteticamente esaustiva.

Pensiamo ad un Brand, Personal o Corporate che sia, e chiediamoci: ma quali vantaggi potrebbe ricavare dalla cura di un blog?

Il blog ha il vantaggio di poter esser gestito come un diario, con gli spazi e i tempi che desideri, con il linguaggio e il design che più ti rappresentano. E’ lo strumento ideale per avvicinarti ai tuoi clienti, per fidelizzarli raccontando di te e per intercettarne di nuovi (reali e potenziali); è il medium con cui dimostri le tue competenze, le tue capacità, le tue abilità, il tuo vantaggio competitivo.

E ancora, il blog è il mezzo che ti può conferire una visibilità senza eguali e a costi contenuti, ed è il luogo di ritrovo ideale per la tua community. Il blog è la tua Storia.

Unica avvertenza: bisogna saperlo gestire con professionalità un blog. Non è tutto oro quel che luccica!

I tuoi post hanno una cifra stilista molto precisa, facilmente riconoscibile. Quanto è importante per te avere uno stile che sia tuo?

E’ irrinunciabile e per due ragioni: intanto perché i post da me firmati raccontano sempre qualcosa di me, ragion per cui non potrei mai privarmi della mia identità di Blogger; secondo poi perché è quello il mio modo per farmi riconoscere dai miei lettori, lo stesso che loro apprezzano.

Credo che ogni bravo blogger dovrebbe riuscire ad avere una propria Blogger Identity ben definita e riconoscibile, una cifra stilistica che lo renda inimitabile e memorabile. Se ti interessa approfondire l’argomento, qui potrai leggere qualcosa di utile.

Raccontami la tua giornata tipo e della tua dipendenza cronica da caffè.

Fra’, onesta? Un casino!  😀

Come ti dicevo, mi sveglio presto e ci pensa il mio cane a ricordarmi che è ora, faccio una colazione abbondante, ché altrimenti il cervello non si attiva manco a pregarlo in ginocchio e gli occhietti non si dischiudono neppure se li supplico. Provo a darmi un ordine contenendo gli indomiti capelli ricci e, nel frattempo, ho già acceso il pc. A dire il vero, lo aziono mentre la prima moka è sul gas.

Così comincio: leggo, condivido, posto, scrivo, pubblico, rispondo alle mail e alle telefonate e alle richieste, monitoro le conversazioni, i dati, mi confronto e chiacchiero con i miei lettori, mi affeziono e instauro legami. Nel mentre, bevo 7 o 8 caffè, rigorosamente amari, ché le cose buone non hanno bisogno di dolcificanti né di insaporitori…

Cosa vuoi fare da “grande”?

Voglio continuare a scrivere. Voglio scrivere e occuparmi di strategie di Web Marketing e di gestione della Brand Reputation e voglio cavalcare l’onda del cambiamento, seguire le tendenze, l’evolversi delle dinamiche, dei flussi, delle conversazioni.

Voglio fare, voglio appassionarmi e ridere e non voglio sprecare neppure un millesimo di secondo del preziosissimo tempo che ho a disposizione.

Lo so, i voglio non li dovrei usare. Mamma e papà mi ricordano sempre che nella vita non bisogna avanzare pretese. Ma queste sono le mie di pretese: lo esigo da me stessa e in un modo che mi viene naturale!

Ultima domanda, di “genere”. Le blogger secondo me hanno una marcia in più, e credo che alla base sia una questione di prospettiva dalla quale osservate le cose. È una mia impressione oppure è veramente così?

In realtà non credo che le blogger abbiano una marcia in più. Ci sono anche tanti blogger uomini capaci di coinvolgere e di attrarre un vasto pubblico di lettori.

Però una cosa è vera: noi donne osserviamo da una prospettiva differente, interpretiamo in modo diverso, perché diverso è il nostro modo di vivere rispetto a quello di un uomo. Spesso riusciamo a cogliere sfumature inedite e, a volte, ad essere più emozionali perché, fondamentalmente, per noi le emozioni sono vita. Tuttavia, generalizzare questo pensiero non credo sia possibile né corretto.

Ti rispedisco il piccione viaggiatore e questa missiva che tanto cara mi fu…


Non posso che ringraziare Ludovica per la disponibilità e farle un grandissimo in bocca al lupo per la sua carriera e la sua neonata web agency.

Con te ci vediamo lunedì, con un pezzo che mi frulla in testa già da un po’. Curioso? Dai, goditi il weekend e poi ne parliamo.

corso tecniche di blogging life learning
Il mio videocorso in Tecniche di Blogging. Non perderlo!

Continua a leggere

Francesco Ambrosino
32 anni, Laureato in Scienze della Comunicazione, mi occupo di Formazione Professionale, Social Media, Copywriting e Blogging. Non parlo di cose che non conosco, quindi parlo poco. Se posso, scrivo. Per lavoro, coso il coso.

Leave a Comment

buzzoole code